Pareidolie Morse

Ho bisogno di un suono.

Che raccolga questa manciata di pruriti e dia loro una forma compiuta.

Ho bisogno di un codice, dettato dai lampi, o scosso da un ramo sul ciglio della strada. Si affaccia in saluto, è una mano secca di foglie. Punto linea punto, punto accento linea seme. Si inchina al vento.

Fuga dalla nausea del sentire. In un luogo riservato al vuoto, nostalgia d’assenza emotiva. Cerco uno spazio per la trasparenza, con temperatura colore 2000 k. Se ci abitassi delineerei solo difformità al mio fianco perché non sono capace di costruire un viso che mi consoli. Buon odore quando ci si abbandona, lascio riposare la coscienza: eclissi caleidoscopio. 

Non un essere compiuto, giacerei con orecchie distopiche e arti sparsi, fluidi viscosi o improvvisa tempesta di polvere fine. A dirigere l’onda amorfa 8 hertz, pareidolie a tratti.

Linea punto punto, linea linea linea, punto punto punto linea, punto.

Seguo i miei fari proseguire sull’asfalto, a sinistra la linea bianca dice: linea linea linea…cinque linee: zero gradi. Rischio sbandamento temporale, le ruote fanno prurito alla strada, io mi faccio prurito coi pensieri. Fermo il mio secondo veicolo, l’auto, proseguo a piedi col mio primo veicolo, il corpo. Dall’alto vedrei solo un paesaggio buio, l’essere (io) che lo percorre non ha alcuna azione rilevante, è parte stessa del paesaggio. “Veduta notturna con accessori mobili.”

Non è il mio corpo un essere che percorre, è spazio – disomogeneo – dentro lo spazio. 

 Racconti della Controra è disponibile su:

 IBS      ||     FELTRINELLI

29 risposte a “Pareidolie Morse

  1. Pingback: Pareidolie Morse — Racconti della Controra – uwerolandgross·

  2. Fuga dalla nausea del sentire. In un luogo riservato al vuoto, nostalgia d’assenza emotiva. Cerco uno spazio per la trasparenza, con temperatura colore 2000 k. Se ci abitassi delineerei solo difformità al mio fianco perché non sono capace di costruire un viso che mi consoli. Buon odore quando ci si abbandona, lascio riposare la coscienza: eclissi caleidoscopio.

    Questo pezzo è’ bellissimo! Te lo rubo!

  3. Ciao Rebecca :-)
    Il testo è decisamente antifestivo, meno male! … però, è una mia debolezza, approfitto dell’occasione per farti i miei Auguri :-)
    P.s. Stavolta non dico le impressioni che ho provato leggendo, ma le tengo da parte, magari, chissà, per una contro-recensione 2.0 ;-)
    Un abbraccio
    G

  4. Bellissimo, complimenti, ed è bellissimo il tuo lavoro di ricerca sul linguaggio. Questa composizione mi ricorda Kandinskij, le opere tra il 1909 e il 1911, passaggi già astratti a fianco di passaggi che non lo sono ancora, il tutto amalgamato in una sinfonia luminosa di colori.

      • Così su due piedi mi viene in mente quel paesaggio con i tre cavalieri in diagonale, ma forse c’è qualcosa più in sintonia con il tuo scritto. Ci rifletto con l’aiuto dei libri, che ora non ho a portata di mano, e poi ti dico.

      • Il titolo del quadro con i tre cavalieri è Paesaggio romantico, e in effetti è in sintonia. Considerato il contenuto della tua composizione mi sembrano in sintonia anche Impressione III-concerto, con quel bellissimo suono giallo in espansione, e Improvvisazione 20-due cavalli, dove si vedono un po’ di linee e punti che, sebbene non ci dicano “dove”, ci stimolano a domandarcelo. Auguri, Rebecca, e grazie di condividere con noi i tuoi gioielli.

  5. Anche oggi ho sentito il bisogno di venirti a trovare come l’operaio la sua ape regina, anche a rischio di perire nell’ultima estatica visione. E dunque addio, prima che torni adolescente e m’innamori!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...