L’involucro di coscienza fuoriuscita

rebecca-lena

Vedo un corpo, dentro una casa, dentro un pianeta, dentro un limbo di materia. Ogni suo pensiero colpisce le pareti con un tonfo che nessuno può sentire, forse una piccola onda evade, solo una, si dipana nel cosmo e non muore, in nessun luogo. Non ne sono sicura ma credo che qualcuno, in fondo all’universo, per un nanosecondo sia riuscito a carpirla, come se l’avesse sentita infrangersi sulla pelle della sua schiena, aliena, e dentro una schiuma lieve di brividi possa aver raggiunto la sua nuca – scavalcando gli spigoli della colonna – per insinuarsi infine dentro il foro della vertebra principale, l’Atlante, che sorregge il capo e conduce al luogo dei pensieri altrui. 

Le psicospirali liquide dei dubbi, dei desideri, dei turbamenti per ciò che vorremmo ma non possiamo essere, forse se ne vanno, scappano oltre le pareti e talvolta si intrufolano dentro altri gusci per scuoterne i contenuti; per farli vibrare in quella frequenza muta che, fuoriuscendo dalla casa, può unirsi alla nube atmosferica dell’umana incertezza.

Un giorno, affacciandoci alla finestra per l’improvvisa oscurità del cielo, finalmente ne vedremo la consistenza, e forse avrà la forma di un enorme tessuto velino a incarto del mondo, nel suo dubbio, nella sua mania, divenendo noosfera cosciente di paura.

rebecca lena-2

……………………………………………………………………………………………………………….

Acquista “Racconti della Controra” su:
Unilibro     
||    IBS     ||     Feltrinelli 

 

 

 

34 risposte a “L’involucro di coscienza fuoriuscita

  1. Condordo con flavorchris e ho avuto la stessa sensazione: a leggerti, infatti, mi è venuta in mente una sorta di definizione di “poesia orizzontale”, ma non vorrei mai che un’etichetta ingabbiasse qualcosa di così bello.

  2. Complimenti, ottimo articolo. Mi ha colpito particolarmente, devo dire, l’immagine che usi nell’ultimo capoverso: sembra che tu voglia descrivere un’azione che si compie quotidianamente, ma poi l’azione stessa è molto diversa dalla norma. L’immagine della finestra mi ha insomma fatto sentire estraniato… È normale che mi sia sentito così, leggendo il pezzo? 😊

  3. Grazie per essere passata dal mio blog, spero tu possa trovarci cose interessanti. Mi farà piacere farti leggere qualche piccolo esperimento poetico divertente che c’è lì :)

  4. sei scrittrice di romanzi o fai poesia?…queste domande mi fanno impazzire..🤣 .. semplicemente scrivo.. è la mia risposta..
    Ciao Rebecca è un piacere leggerti..grazie per i tuoi mi piace….

  5. Pingback: L’involucro di coscienza fuoriuscita | CAMBIA LE TUE STELLE·

Rispondi a zonchi69 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...